giovedì 28 settembre 2017

Da 10 anni OSA! continua ad osare

Sabato 30 settembre l’autunno si riscalda con gli eventi di musica e teatro di Osa! Organico scena artistica nel decimo anno di attività, che propone diversi spettacoli teatrali con tematiche al femminile, tra cui una prima assoluta e tre spettacoli anche per ragazzi con musiche d’autore come Ravel e Čajkovskij. L’atteso appuntamento Antenati con le radici, che coinvolge numerosi artisti si tiene fuoriporta ad Auressio Onsernone, con la regia di Santuzza Oberholzer che tesse anche la tela artistica di Osa!

il coro Goccia di voci, dir Oskar Boldre

La stagione si apre con il concerto Canti dallo spirituale allo spiritoso del coro di 50 elementi Goccia di voci, diretto da Oskar Boldre, presso al Palestra dell’ex caserma di Losone, dove ospiti speciali fra il pubblico saranno i richiedenti l’asilo del centro. Il coro, coinvolgendo il pubblico fra canti e danze, propone brani composti o arrangiati da Boldre, attingendo ad un vasto repertorio multietnico (sab 30 settembre, ore 17.00). www.oskarboldre.com

Un concerto eccezionale per un luogo speciale, in prima svizzera, Santur persiano e armonie impressioniste: il musicista e compositore iraniano, virtuoso del santur, Alireza Mortazavi si esibisce nella Chiesa di Magadino, preceduto dal percussionista Juan Pino, al dulcimer e marimba. Due solisti si incontrano per condividere le affinità dei loro strumenti. Mortazavi ha dedicato i suoi studi allo sviluppo del santur, a cui unisce anche una formazione nella musica contemporanea occidentale. Grazie all’abilità di esecuzione con tecniche innovative e all’uso di effetti speciali acustici, esprime nuove sonorità. Juan Pino nato in Ecuador, cresciuto in Ticino, vive in Danimarca, dove è percussionista e cantautore; nei suoi viaggi ha raccolto una vasta collezione di suoni e strumenti a percussione melodici, da cui è scaturito un ciclo di esplorazioni: Tropico del Cancer 
(sab 7 ottobre, ore 20.30). magadis.org/alireza-mortazavi-santur / www.juanpino.dk

il musicista iraniano Alireza Mortazavi

In occasione dell’inaugurazione dello nuovo Spazio ELLE di Locarno, torna proprio nel quartiere da cui ha origine il racconto, Il tempo delle case del Teatro dei Fauni di e con Santuzza Oberholzer, musica Tiziano Tomasetti, regia Andrea Valdinocci. Attraverso la narrazione di Santuzza Oberholzer, si costruisce pian piano di fronte ai nostri occhi un Quartiere tutto nuovo, opera dell’intraprendente imprenditore Giovanni Pedrazzini con i suoi viali alberati, le botteghe e le fabbrichette. Una storia ambientata nelle atmosfere degli anni ’60, che ha al centro la casa dell’infanzia: le case dove viviamo ci modellano, come un involucro oltre il corpo e le emozioni, diventando parte di noi. Una riflessione divertente che apre un dibattito sulle trasformazioni possibili del quartiere Rusca Saleggi. La narrazione è puntualizzata dalla musica dal vivo del bassista Tiziano Tomasetti
(dom 8 ottobre, ore 17.00). www.teatro-fauni.ch

Il tempo delle case,
compagnia Teatro dei Fauni, con Santuzza Oberholzer e Tiziano Tomasetti

Il fine settimana di sab 14 e dom 15 ottobre è davvero il cuore della stagione con due eventi particolarmente importanti Antenati con le radici e il concerto di Stephan Micus.
La mattina del sabato (ore 11.00) torna l’appuntamento con gli amici alberi centenari, Antenati con le radici (ad entrata libera e con qualsiasi tempo), che vede in questo incontro una riflessione sulla sensorialità, in occasione anche della Giornata del bastone bianco.
Antenati con le radici è un progetto di Green culture che si tiene in primavera e autunno di solito nelle aree urbane.
Nel Parco di Villa Edera e di fronte all’Abete spagnolo di Auressio Onsernone, in collaborazione con il progetto Parco del Locarnese, Teatro dei Fauni, Teatro Zigoia, Zona Sun, Juan Pino, Pippo Gianoni attraverso musica, teatro ed interventi di divulgazione scientifica fanno riflettere il pubblico su come sentono e come comunicano gli alberi. Il musicista Tommaso "Siddh" Mainardi (ZonaSun) racconterà come sente gli alberi da ipovedente e si potrà anche danzare cullati dal vento sui ritmi reggae di alcuni suoi brani in versione acustica.
Dalle 9.00 alle 10.30 su iscrizione Passeggiata sensoriale da Cresmino ad Auressio sulla strada vecchia nel bosco, per persone vedenti, cieche e ipovedenti con la guida dell’attore e regista Andrea Valdinocci. Max 25 partecipanti, possibilità di trasporto gratuito. Info e iscrizione entro il 9 ottobre: andrea@teatrozigoia.orgtel. 076 606 97 58.

Evento simile ma con variazioni site specific, si svolgerà anche domenica 15 ottobre al mattino (ore 10.30) alla Villa Argentina di Mendrisio con l’intervento tra gli altri anche della professoressa Graziella Zannone dell’Accademia di architettura di Mendrisio e nel pomeriggio (ore 16.00) alla Villa Saroli di Lugano con l’intervento anche di Christian Bettosini, caposezione Verde pubblico Città di Lugano.

Antenati con le radici: La villa e l'abete spagnolo

EVENTO SPECIALE: Nella serata di sabato alla Fondazione Monte Verità di Ascona il concerto del maestro, musicista tedesco noto in tutto il mondo Stephan Micus, che presenta il suo ultimo album Inland Sea. Nei suoi viaggi per il mondo, Micus studia con maestri musicisti locali, impara a suonare una quantità impressionante di strumenti, molti dei quali sconosciuti nel mondo occidentale e assimila svariate tecniche vocali. Sviluppa le possibilità musicali, che ritiene insite negli strumenti, nelle sue composizioni accosta strumenti di diverse provenienze. Ha all'attivo più di venti album (ECM) e si è esibito in centinaia di concerti in Europa, Asia e nelle Americhe (sab 14 ottobre, ore 20.30). www.stephanmicus.com

Stephan Micus
La storica compagnia di teatro ragazzi di Ravenna Drammatico Vegetale porta, in prima visione svizzera, all’Oratorio di Tenero, I racconti di Mamma Oca sulle musiche di Ma Mère l’Oye di Maurice Ravel, con Elvira Mascanzoni e Giuseppe Viroli e la regia di Pietro Fenati (pubblico da 3 anni). Spettacolo poetico con attori figure e proiezioni, dove i disegni, ispirati ad illustrazioni d’inizio ‘900, prendono vita per raccontare de La bella addormentata, Pollicino, L’imperatrice delle pagode, La bella e la bestia, Il giardino fatato (dom 22 ottobre, ore 17.00). www.drammaticovegetale.com

I racconti di Mamma Oca, compagnia Drammatico vegetale

Sonorità e canti dalle isole della Guinea Bissau, in prima svizzera, nella Chiesa San Quirico di Minusio Rivapiana per il concerto del compositore e polistrumentista Mû Mbana, voce e chitarra, che vive tra Bissau e Barcellona e qui si esibisce in duo con il violoncellista russo Sasha Agranov. Mû Mbana ha contribuito a diffondere in tutto il mondo le sfumature e i sapori della sua isola di Bolama in Guinea-Bissau, è cresciuto con le influenze delle voci femminili e della musica religiosa del Brame e dei popoli Bidjugu. Ha pubblicato 10 album e si è esibito in Europa, Africa ed America (dom 29 ottobre, ore 17.00). www.mu-mbana.com

FORMAZIONE In mattinata (ore 9-13) a Locarno presso l’Atelier Teatro dei Fauni Mû Mbana trasmette il suo sapere in un eccezionale workshop sui Canti tradizionali della Guinea-Bissau, con canti in gruppo e improvvisazioni collettive. Prezzo Fr 85.- / € 80 (partecipanti biglietto ridotto al concerto). Info e iscrizione contact@organicoscenaartistica.ch / tel. 0041 (0) 79 331 35 56.

MÛ & SASHA

All’Osteria la Fabbrica di Losone due concerti di gruppi emergenti in novembre, dal Klezmer al Jazz. Il quintetto della Gigul Band propone Balkan Klezmer Gypsy: esecuzioni raffinate, melodie inebrianti con brani in cui è difficile non mettersi a danzare (ven 3 novembre, ore 20.30).
FB: @gilgulband
Il giovane duo vocale B-Chord di Lorenzo Sansoni e Francesco Nasone naviga tra jazz e improvvisazione e attraversa la musica con leggerezza e creatività, dimostrando che anche con la voce sola, si possono creare veri e propri universi sonori (gio 9 novembre, ore 20.30). 
FB:@vocaljazzduobchord

B Chord con Lorenzo Sansoni e Francesco Nasone
Essere o non essere madre? Questo è l’interrogativo al centro del quale ruota lo spettacolo al suo debutto all’Atelier Teatro dei Fauni di Locarno MamiMood: per mano, sulla soglia di Caesura Teatro e Teatro Zigoia di e con Sabrina Carletti e Lianca Pandolfini. Due donne si raccontano, ricordano, immaginano, proiettano momenti dal passato e dal futuro con ironia e delicatezza. La voce poetica di Sylvia Plath guida i loro passi, accompagna le loro storie. Dopo lo spettacolo il pubblico e gli artisti si ritrovano per un momento conviviale, in cui scambiarsi idee opinioni riflessioni nel Faunaperò curato da Agnese Zgraggen
(dom 12 novembre, ore 17.00). www.caesura.it / www.teatrozigoia.org

MamiMood: per mano, sulla soglia
di e con Sabrina Carletti e Lianca Pandolfini
La poetica favola de “Il lago dei cigni” e le note dell’omonima partitura musicale di Čajkovskij sono trasposte dalla compagnia veneta Theama Teatro, tra fiaba, danza e musical, nello spettacolo di teatro ragazzi Odette e il lago dei cigni (pubblico da 5 anni, in prima svizzera) con Anna Farinello, Alessandra Niero, Matteo Zandonà, Ilaria Pravato. Per un sortilegio la fanciulla Odette di giorno prende le sembianza di cigno, ma gli incontri che fa nel bosco con altre creature la fanno riflettere e prendere coscienza delle sue potenzialità (Muralto Sala Congressi, dom 19 novembre ore 17.00). www.theama.it

Odette e il lago dei cigni
Theama Teatro / foto di Fabio Mattiolo
Per chiudere in bellezza l’anno, è ormai tradizione festeggiare all’Atelier Teatro dei Fauni di Locarno con una festa con spettacolo e FaunaMerenda. Quest’anno ci fa gli auguri La strega Cioccolata (pubblico dai 4 anni) del Teatro dei Fauni di e con Santuzza Oberholzer, composizione musica dal vivo Giordano Bisi, regia Andrea Valdinocci. Si sogna ad occhi aperti e ci si diverte nel magico mondo della streghetta Cioccolata, ansiosa di avere anche lei le ali delle fate, ma per ottenerle dovrà naturalmente superare delle difficili prove magiche (ven 29 dicembre, ore 15.00). www.teatro-fauni.ch

La strega Cioccolata
compagnia Teatro dei Fauni
Per info: OSA! Organico scena artistica contact@organicoscenaartistica.ch
tel. 079 331 35 56
Programma completo su www.organicoscenaartistica.ch

Prenotazioni: tel. 076 280 96 90 / e-mail: ticket@organicoscenaartistica.ch

di Cristina Radi

Nessun commento:

Posta un commento