lunedì 10 luglio 2017

Una gita a... Monaco di Baviera

Da quando sono in Svizzera ho cominciato ad apprezzare anche i viaggi verso il Nord Europa. Devo dire che prima invece puntavo sempre a Sud, sud del mondo in generale.
Quest’anno alla fine del corso di tedesco in un college a sud della Germania del nostro figlio maggiore, abbiamo preso la palla al balzo e ci siamo programmati una settimana tutta la famiglia a zonzo per la Baviera. Prima tappa obbligata Monaco.
Monaco è una città grande e vitalissima, ma girarla con i mezzi è davvero molto semplice, soprattutto perché c’è una metropolitana grande e molto articolata. Quando arrivo in una città moderna con la metropolitana, io mi rilasso, perché so già che tutto sarà più semplice. Inoltre con un unico biglietto si possono prendere anche gli autobus nei tratti dove la metro non c’è. Il centro di Monaco è proprio bello e a mezzogiorno nella piazza principale Marienplazt (la metro arriva proprio qui) è d’obbligo stare con il naso all’aria per godersi la giostra e i balli delle statue del Glockenspiel nella facciata del Municipio (il Rathaus). 



Da Marienplazt partono diverse strade, in cui è piacevole passeggiare perché totalmente pedonali e sono anche le vie dello shopping. Se si ha un po’ di tempo è molto carino da visitare anche il piccolo e prezioso Museo del giocattolo antico, Spielzeugmuseum lì accanto, nella Torre del Vecchio Municipio, (attenzione non è dotato di toilette, se si ha la necessità bisogna scendere nella vicina metro). Bellissimi i trenini, le macchinine, le vecchie bambole di porcellana e una piccola collezione di Barbie e anche di orsetti di pezza. Per apprezzare tutta Monaco dall’alto la vista migliore si gode dal campanile di Sankt Peter, la cattedrale accanto alla Piazza. Dopo diverse centinaia di gradini, si conquista una vista fantastica, una versione 3D del centro storico di Monaco. Un simpatico signore di Monaco ci ha ricordato quello che già un po’ sapevamo, che la maggior parte degli edifici attuali compresi quelli storici, sono frutto di attente ricostruzioni dovute alle distruzioni della seconda guerra mondiale.

Marienplazt 
Per la pausa pranzo, ma anche per cena se il tempo e la temperatura lo permettono, è bello fermarsi a mangiare all’aperto nel Bier Garten del vicinissimo mercato il Viktualienmarkt. I tavoli, come in quasi tutti i Bier Garten, sono divisi fra quelli apparecchiati in cui i camerieri fanno servizio completo e quelli non apparecchiati, in cui puoi bere solo una birra e prendere da mangiare nei chioschi vicini o portato da casa. I piatti serviti sono i tipici della Baviera e della Germania, salsicce e würstel con crauti e patate, ma veramente buoni così come la birra tedesca che è davvero dissetante per nulla amara, proprio come piace a me. Inoltre in questi giorni abbiamo scoperto la versione Russ, birra e limonata, dissetante e un po’ meno alcolica, il che non è male visto che la misura unica e standard dei bicchieri è di mezzo litro alla volta.

Se vi appassionate come noi ai Bier Garten ce ne sono di belli anche all’Englischer garten, il grande e bellissimo parco della città con al centro un laghetto con cigni, oche selvatiche e altri uccelli selvatici. C’è ne uno anche proprio in riva al laghetto See Garten con un self service.
Con i bambini abbiamo trascorso poi un’intera giornata al DeutschesMuseum, uno dei più grandi musei della scienza al mondo. Non basta, però, solo una giornata per vederlo tutto. Da segnalare la parte della Fisica in cui si possono fare tanti piccoli esperimenti e soprattutto assolutamente da non perdere la dimostrazione sugli esperimenti riguardanti l’elettricità e i fulmini, che c’è una volta al giorno, di solito alle 14.00.

il castello di Nymphenburg
L’ultima giornata la mia famiglia si è divisa, mio marito e mio figlio di 12 anni sono andati a visitare il campo di concentramento di Dachau. Una visita del genere ci è tuttavia sembrata prematura ancora per i più piccoli, otto e tre anni. Soprattutto alla bimba di otto anni, ci è sembrato troppo difficile spiegare l’orrore dei lager. Così io e i piccoli siamo andati a visitare il castello di Nymphenburg, dicono sia il più bello dei castelli di Monaco di Ludovico II. Bello l’interno del castello con una pregevole quadreria, ma assolutamente da non perdere il parco esterno, che è ad ingresso gratuito. Con i bimbi abbiamo fatto una bella passeggiata lungo le sponde del laghetto, in cui c’è anche la possibilità di fare una piccola gita in gondola.

di Cristina Radi


Se ti è piaciuto questo post leggi anche Una gita a...

Svizzera, Canton Ticino: A Tremona un villaggio del Medioevo in 3D

Svizzera, Canton Ticino: Barefooting dove farlo in Ticino

Svizzera, Canton TicinoIl maglio di Aranno

Svizzera, Canton TicinoIl lago Tremorgio

Svizzera, Canton TicinoTutta la verità sul Ponte Tibetano di Monte Carasso

Svizzera, Canton TicinoFaido e la cascata della Piumogna

Svizzera, Canton TicinoVal Bavona, un paese abbandonato

Svizzera, Canton Zurigo: Zurigo

Germania: Monaco di Baviera

Germania: Augsburg



Nessun commento:

Posta un commento