lunedì 6 marzo 2017

Vola solo chi OSA! - eventi di teatro e musica (Locarnese 8 marzo-30 giugno)

In occasione della festa della donna mercoledì 8 marzo 2017  si apre la decima edizione della rassegna OSA! Organico scenaartistica, che si articola nella 16° edizione del festival dell’arte al femminile La donna crea, con la direzione artistica di Santuzza Oberholzer e nella 14° edizione della rassegna internazionale Voci audaci, diretto da Oskar Boldre. In ogni edizione OSA! ospita eventi di teatro, teatro-ragazzi, musica, danza e seminari di canto nei numerosi luoghi culturali del Locarnese toccati dalla manifestazione.

I duo a cappella Teofilovic dalla Serbia,
in concerto sab 11 marzo Chiesa Evangelica Ascona ore 20.30

EVENTI SPECIALI
La strega Cioccolata e Antenati con le radici: il Bosco Isolino rinasce
Due gli eventi speciali di questa edizione. In occasione della Festa del papà e della Giornata mondiale della marionetta, dom 19 marzo alla Sala Congressi di Muralto debutto de La strega Cioccolata, la nuova produzione di teatro ragazzi della compagnia Teatro dei Fauni di Locarno, di e con Santuzza Oberholzer, composizione musica dal vivo Giordano Bisi, regia Andrea Valdinocci. Un mondo fatato narrato dalla piccola strega Cioccolata, un luogo fantastico dove i personaggi magici ridono, si fanno dispetti e si arrabbiano. Un viaggio, con racconti e suoni, dove molte cose sono al contrario di quel che ci si aspetta. Una storia per volare con l’immaginazione, ma anche con le scope, e le delicate ali delle fate, che a volte si rompono e poi si aggiustano con formule magiche segrete (pubblico dai 4 anni, www.teatro-fauni.ch).

La strega Cioccolata del Teatro dei Fauni
debutto dom 19 marzo ore 17.00 Sala Congressi Muralto
L’appuntamento di primavera del ciclo Antenati con le radici è sab 25 marzo al Bosco Isolino, un’oasi di verde in mezzo alla città per i bambini e gli animali domestici di giorno, per le passeggiate romantiche e i pipistrelli di notte. Il Teatro dei Fauni presenta brani ispirati al Bosco Isolino. I relatori Pippo Gianoni, Pro Natura e il Centro protezione chirotteri Ticino ci parleranno della storia e morfologia di questo habitat, il coro polifonico Goccia di voci e i bambini del laboratorio del Teatro Zigoia come folletti, animeranno il Bosco in una performance inedita. L’appuntamento fa parte anche del programma del Festival delle Camelie ed è in collaborazione con Direzione Parchi e giardini Locarno. Per sostenere il progetto, siamo presenti nella piattaforma di crowdfunding: 

Antenati con le radici, Bosco Isolino - Locarno
sab 25 marzo ore 11.00, ingresso gratuito
La donna crea
L’8 marzo salpa la nave de La donna crea con il tema “Donne in scena: ritualità e quotidiano”, che ospita artiste energetiche con tematiche di grande attualità e modalità originali.
Alla Biblioteca Cantonale di Locarno alle ore 18.15 l’attrice, pedagoga e regista, Cristina Castrillo del Teatro delle radici racconta del suo lavoro decennale dedicato ad affinare lo sguardo sulle relazioni umane, il punto di vista delle donne, lavorando sulla memoria per realizzare rituali laici, in forma di spettacoli (www.teatrodelleradici.net).

Ancora rituali laici nello spettacolo Madame Aissata, la signora dei matrimoni (Atelier TdFauni, Locarno, ven 17 marzo) della compagnia Teatro Simurgh, con l’attrice boliviana Carla Robertson, in cui una sensale di matrimoni in Mali parla alla giovane coppia di sposi del significato profondo dell’unione di donna e uomo (www.teatrosimurgh.com).

Ven 7 aprile (Tenero, Oratorio) la casa dell’infanzia è al centro dello spettacolo Il tempo delle case del Teatro dei Fauni di e con Santuzza Oberholzer, composizione e musica dal vivo Tiziano Tomasetti. Ricordi degli anni ’60, le atmosfere del Quartier Nuovo con i suoi viali alberati, le botteghe e le fabbrichette, viste con gli occhi di una monella. Le case dove viviamo ci modellano, come un involucro oltre il corpo e le emozioni, diventando parte di noi (www.teatro-fauni.ch).

Il tempo delle case del Teatro dei Fauni
ven 7 aprile Oratorio Tenero, ore 20.30 - entrata libera
La ritualità è anche il tema del concerto dell’artista sarda Ambra Pintore, (gio 20 aprile, Chiesa Collegiata di S. Vittore, Muralto), Canti Sacri dal mondo, una sintesi tra musica sacra, popolare e folklorica, in cui si intrecciano gli stili delle messe religiose della tradizione ispano-americana, africana, europea, italiana e sarda (www.ambrapintore.net).

Voci audaci
La nuova edizione di Voci audaci è all’insegna di contaminazioni, suono e improvvisazione “oltre i confini del canto”, tra rispetto della tradizione e suo tradimento con metissage di vario genere e la voce come strumento unico e perfetto, sempre al centro di ogni concerto. La ricerca del suono sia per la sua purezza sia per la caratteristica di alcuni tipi di emissione che vengono dalla tradizione, sia come veicolo di emozioni, è una componente importante per questi artisti che includono nei concerti momenti improvvisati, con modalità antiche o contemporanee. In questa edizione gli artisti ospitati provengono da Serbia, Spagna, Repubblica Democratica del Congo, Usa, Italia.

Il duo virtuoso serbo i Gemelli Teofilovic apre la rassegna (sab 11 marzo, Chiesa Evangelica, Ascona) con le loro due voci a cappella, loro firma professionale. Negli anni ‘90 hanno iniziato la loro ricerca verso nuove interpretazioni vocali, a partire dalla tradizionale musicale folk e della cultura sonora della Serbia e dei Balcani (http://teofilovici.rs).

Serata di flamenco con canto e danza all’Osteria de La Fabbrica di Losone, ven 24 marzo con Yolanda Almodovar quintetto Flamenco, uno spettacolo da ascoltare e guardare con le emozioni, un flamenco intimo, intenso e pieno di sentimento, in cui la purezza del "cante" flamenco di Yolanda Almodovar si mescola con stili moderni come il jazz o la musica cubana (flamencoensuisse.com).

Serata speciale sab 6 maggio alla Sala Congressi di Muralto con Il popolo della foresta Ndima in un viaggio nella profondità della foresta equatoriale alla scoperta della popolazione autoctona degli Aka, i Pigmei, e del loro modo di vivere, minacciato di sparizione (www.libre.ch/ndima.php). Non solo uno spettacolo, ma un incontro con la storia: per gli artisti Aka cantare, suonare e danzare è come respirare e può avere valenze sciamaniche. La serata inizia alle 19 con la cena preparata dalla Comunità africana Ticino (prenotazione consigliata a info@comafti.ch). Alle 20.15 presentazione in francese dell’antropologo congolese Sorel Eta regista, etnologo e ricercatore, che ha stabilito un dialogo culturale con gli Aka; alle 21 spettacolo, musica e danza rituale.

Il popolo della foresta, concerto del gruppo Aka Pigmei
cena africana, conferenza, cena, sab 6 maggio dalle ore 19.00 Sala Congressi, Muralto
La Fabbrica di Losone ospita l’evento di chiusura ven 30 giugno con la Mega Circlesongs - Canto in cerchio, guidata da un trio di artisti internazionali: l’americana Rhiannon, la congolese Anita Daulne, e l’italiano Oskar Boldre. Concerto, in cui gli artisti solisti o in gruppo improvvisano guidando i partecipanti in un canto corale collettivo, che si trasforma come fiume o nube con la direzione delle tre voci guida.
Per info: tel. 079 331 35 56
Prenotazioni: tel. 076 280 96 90
e-mail: ticket@organicoscenaartistica.ch                                                                                          

Nessun commento:

Posta un commento